Questo sito utilizza cookie di profilazione propri e di "terze parti" al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in rete. Alla pagina dell'informativa estesa è possibile negare il consenso. La prosecuzione della navigazione comporta la prestazione del consenso all'uso dei cookie. Informazioni OK

Carte

Memorie del segno nel segno della memoria. Tutto scorre, vivendo l’istante dell’effimero presente, per il divenire delle "presenze" che arrestano, retrospettivamente, l’attimo fuggente dell’uomo al riconoscimento delle proprie immagini. Immagini interiori eppure vissute o, meglio, "fissate" sulla carta. Per ricordare.

Intuizioni, progetti, visioni. Appunto, nel segno della memoria. Ed è in questa polisemica "carta d’identità" che Attilio Alfieri, dopo quasi 70 anni di eterodossi e conflittuali “lavori in corso”, può accedere al proprio auto riconoscimento, attraverso le proprie immagini in affioramento segnico, come un diario vivente nel vissuto: a cielo aperto, dentro la memoria ma, nel contempo, allo scoperto nella realtà del vivere. Vita d’uomo e vita d’artista, indivisibili. M. N. Varga, Attilio Alfieri. 100 opere su carta dal 1919 al 1980, Bertieri Istituto Grafico, Milano, gennaio 1988.

Un vortice gestante il mio cervello-groviglio-scarabocchio di fili di ferro (dei cantieri) sempre tra i piedi! Un groviglio come di inquietanti segni, di cerchi della ricerca che roteano a mediare la mia personalità nei limiti delle linee del tempo inventivo, dell’iter rimosso dell’apprendimento semiotico. A. Alfieri, Racconto di un’esperienza, 1980.

I miei nervi, 1919

Il nido (1922-23)

Schizzo, 1930

Bozzetto spirale per neon (1930-34)

Il mio studio di via Solferino 11, 1931

Simbolo Farmitalia, 1933

Rocchetto capriccio, 1939

Arcano, 1939

Parietale, 1940

Senza titolo, 1940

Lo strumento di Orfeo, 1943

Paesaggio acquatico, 1950

Schizzate d’inchiostro, 1950

Simona, 1961

Lugano, 1965

Casolare del Cònero (1970-79)

Gabicce, 1974

Tropea, 1979

Vaso di fiori, 1985

Senza titolo, 1990